sabato 16 Febbraio, 2019 - 12:31:59
Home > La Voce > Locali > Torricella, caso Igeco il sindaco Schifone difende l’operato del comune

Torricella, caso Igeco il sindaco Schifone difende l’operato del comune

Domenica, 3 febbraio, l’Igeco Costruzioni SpA con un avviso pubblicato sul social Facebook  annunciava la sospensione di alcuni servizi di spazzatura e la chiusura dell’unica isola ecologica della zona. Il sindaco di Torricella, Michele Schifone, dopo aver appreso della pubblicazione dell’avviso, ha voluto fa sapere che non ha gradito la decisione e le dichiarazioni degli amministratori della società appaltatrice del servizio, in special modo quando si accusa l’amministrazione comunale di non aver onorato i pagamenti. Il primo cittadino, con grande collera e con documenti alla mano, chiarisce la sgradevole vicenda.

«È doveroso fare una premessa – afferma Schifone con una nota inviata alla nostra redazione – che riguarda il funzionamento della macchina amministrativa. Tutti sanno e solo qualcuno fa finta di non sapere che i pagamenti non vengono effettuati dal sindaco ma è un atto che spetta agli uffici comunali. Detto questo che già è un dato incontrovertibile, mi preme entrare nel merito della questione. L’Igeco ha informato il comune di Torricella di questa sospensione, con documenti alla mano, solo sabato mattina alle ore 10 a mezzo pec. Tutti sanno, che l’apparato amministrativo degli enti pubblici, a quell’ora ed in quel giorno sono chiusi. Dunque, oltre al fatto che avevamo subito un furto, nessuno avrebbe potuto leggere quella comunicazione. Ma il giorno successivo, ossia domenica 3 febbraio alle ore 14, la stessa Igeco ha pubblicato il medesimo avviso su Facebook. Mi pare chiaro che alle spalle di questo giochetto, – sottolinea il sindaco – ci sia stata la chiara volontà politica di screditare questa amministrazione e le date lo confermano. Si evince la chiara volontà di gettare fango sull’immagine del mio comune». 

«Comunque – prosegue il primo cittadino – io sempre lunedì, ho avviato un’indagine interna per chiarire la questione. Da qui, sottolineo alcuni aspetti fondamentali per capire cosa è successo. Il 9 gennaio, con un decreto del tribunale vengono nominati i commissari giudiziari della società ed il 21 gennaio viene indicato dal Prefetto l’amministratore straordinario che deve gestire l’appalto dell’Igeco Costruzioni SpA, di cui comune capofila è Manduria. Il 25 gennaio intanto, l’Igeco ci richiede il versamento delle fatture arretrate ma il 1 febbraio, per prudenza, il nostro dirigente comunale si rivolge all’amministratore straordinario per verificare se possono essere effettuati pagamenti in favore dell’Igeco. La sua risposta nei nostri uffici arriva il 4 febbraio con una pec, in cui un amministratore straordinario ci comunica il nulla-osta al pagamento di tali somme. Questo è realmente, ciò che è accaduto».

«A questo punto – prosegue il sindaco difendendo il buon operato della sua amministrazione e dei suoi uffici – aspetto delle scuse da parte di tutti coloro che, ingiustamente. hanno danneggiato l’immagine della città che mi onoro di rappresentare e non escludo la possibilità di chiarire nelle sedi più opportune. E questo un classico esempio di come si voglia denigrare a tutti i costi, con una precisa regia, il lavoro di chi si sta impegnando per questo territorio». Schifone riferisce anche sul mancato pagamento delle fatture arretrate nei confronti della società Igeco e chiarisce e, ne sottolinea le motivazioni della sospensione «Eravamo in possesso di comunicazioni riservate e derivanti da vicende giudiziarie in capo alla ditta che ci obbligavano a sospendere i pagamenti. Ed infatti, – prosegue il primo cittadino – i soldi sono sempre stati accantonati e pronti per saldare quanto dovuto, non certo sono stati spesi per altro. Mi spiace solo che si sia costruito ad hoc un caso – conclude amareggiato Schifone – finalizzato a danneggiare la mia amministrazione ma alla fine, la verità vince sempre».

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

SAVA. Pronta la rassegna Stelle all’Improvviso dopo il successo alla seconda edizione

Il 17 febbraio 2019, si terrà la conferenza stampa di “Stelle all’Improvviso” la rassegna che …