venerdì 07 Maggio, 2021 - 9:52:08

Turisti irresponsabili abbandonano una bottiglia di liquore nel parco, risultato: due ricci in coma etilico

Turisti irresponsabili abbandonano una bottiglia di liquore nel parco, risultato: due ricci in coma etilico

Fa il giro del web la storia di due ricci del parco di Petersberg, a Erfurt, in Germania, che hanno rischiato di finire in coma etilico a causa di alcuni turisti incivili.

Questi ultimi hanno lasciato i rifiuti del loro pic-nic in un’area giochi attrezzata all’interno dell’area verde, compresa una bottiglia di liquore allo zabaione fracassata per terra.

I due animaletti, in cerca di cibo, hanno bevuto dai cocci e sono stati trovati quasi esanimi.

A soccorrerli, dopo una segnalazione, è stata la polizia, che li ha poi affidati alle cure dei veterinari del Thuringer Zoopark.

Ed è stata poi la stessa polizia, sui suoi canali social, a diffondere la notizia, ricordando ai visitatori dell’area verde il divieto di dare da mangiare agli animali e, soprattutto, di buttare l’immondizia prodotta negli appositi cestini.

“Vi prego, gettate la spazzatura nei bidoni della spazzatura! A questo esempio, vediamo il rischio che può scaturire da oggetti incuranti. In un parco giochi non si possono ferire solo bambini che giocano, ma anche animali come il nostro riccio. Anche se si tratta solo di un contenuto fuoriuscito, per il quale i due sembrano avere una preferenza.”

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Emesso un francobollo dedicato alle professioni sanitarie in prima linea contro il Covid-19

Emesso un francobollo dedicato alle professioni sanitarie in prima linea contro il Covid-19

Il Ministro Giorgetti: “Riconoscimento a impegno e devozione nella lotta al Covid”. Le professioni: “Non …