mercoledì 17 Agosto, 2022 - 10:10:01

Un giovane talento maruggese ci racconta la sua “prima” Alla Scala di Milano

la scala

Esattamente 5 mesi fa, passeggiando tra le vie di Milano fermandosi davanti al Teatro alla Scala esclamò: «chissà se un giorno suonerò io qui dentro?»

Un sogno che oggi è diventato realtà, questa sera  presso il Teatro alla Scala di Milano, ci sarà il 24° Festival di Milano Musica che ricorderà Luciana Pestalozza e Claudio Abbado. Umberto Summa, giovane percussionista maruggese, scelto dal M° Cacciola dopo aver partecipato ad un masterclass tenutasi a Lecce, salirà su questo importante palcoscenico prendendo parte, alle percussioni a questo importante Festival diretto dal M° Ingo Metzmacher con la Filarmonica della Scala.

La nostra redazione lo ha contattato  prima della sua importante esibizione facendoci raccontare come è nata la sua partecipazione a questo importante evento.

summaIn tutta onesta non so neanche io… . Il primo percussionista della Filarmonica del Teatro Alla Scala, Giuseppe Cacciola, ha tenuto a Lecce, presso il Conservatorio, una masterclass di due giorni sul repertorio classico, ovviamente inerente agli strumenti a percussione. Io ho partecipato, e dopo una settimana, il mio maestro di lecce, Fulvio Panico, mi ha chiamato dicendomi che era stato contattato dal M° Cacciola che chiedeva di me per una collaborazione. Il giorno successivo mi é stato comunicato che dal 30 settembre al 4 ottobre avrei collaborato con la Filarmonica della Scala. Questa é la storia… È stato inaspettato, un regalo di natale fattomi dal mio maestro, che non finirò mai di ringraziare perché in realtà io se non fosse stato per la sua insistenza non avrei partecipato alla masterclass, insegno percussioni a Busto Arsizio in una scuola media ad indirizzo musicale, e tornare a Lecce solo per un giorno era una sfacchinata non indifferente, e dal M° Cacciola, che ha creduto in me pur conoscendomi appena.

In questa settimana mi è capitato spesso di tornare indietro a pensare da dove sono partito, ho pensato a tutte quelle volte che uscito da scuola dovevo pranzare in auto per arrivare in orario a Lecce, a tutti quei pomeriggi in cui avrei voluto giocare la fuori con i miei amici ed invece restavo nella mia stanzetta a studiare musica. Di sacrifici ne ho fatti tanti, e con me la mia famiglia prima, ed ora anche la mia fidanzata, ma i sacrifici ripagano sempre, e dire di essere felice oggi risulterebbe riduttivo. Sono tanti i messaggi d’affetto ricevuti in questi giorni, ma quelli che più mi stanno a cuore sono quelli dei miei Maruggesi. Ringrazio tutti di cuore, il peso del Teatro alla Scala è tanto ma questa sera sarà più leggero perché tra il pubblico, oltre a tanta gente che non conosco, ci sarete tutti voi, e per me è motivo di grande orgoglio, tanto quanto quello di essere su questo palco.

La redazione de La Voce di Maruggio è anche con te questa sera tra il pubblico ad applaudirti ed augurarti una bellissima carriera piena di successi.

Umberto Summa – Laureatosi nel 2012 presso il Conservatorio di Alta Formazione “Tito Schipa” di Lecce con 110 e lode in Strumenti a Percussione, dopo tanti anni di lavoro con l’Orchestra “ICO” di Lecce, la direzione artistica di svariati progetti fra cui spicca l’importante Primitivo Jazz Festival, arriva questo importante riconoscimento.

 

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La poesia o la prosa, possono ancora sopravvivere nell’universo delle comunicazioni di massa

La poesia o la prosa, possono ancora sopravvivere nell’universo delle comunicazioni di massa

In seguito al notevole successo della presentazione del libro “La bellezza dell’attimo” (Maruggio, 9 agosto …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.