lunedì 12 Aprile, 2021 - 3:14:23

Domani la presentazione del progetto “Visione creativa di Palazzo Brasini e del contesto circostante”

Domani la presentazione del progetto "Visione creativa di Palazzo Brasini e del contesto circostante"

TARANTO – Giovedì 23 maggio alle ore 18, presso la sala “Dedalo” della SCUOLA VOLONTARI AERONAUTICA MILITARE di TARANTO, alla presenza del comandante, Colonnello Gianluca Capasso, l’associazione culturale PROGRAMMA CULTURA, presenterà i risultati del lavoro di progettazione della “Visione creativa di Palazzo Brasini e del contesto circostante”, svolto con la classe 5^ dell’indirizzo di architettura e ambiente del liceo artistico “Calò”, sede di Taranto.

Il Trattato di Maastricht (1992) e la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea (2004) hanno sancito l’importanza di favorire e potenziare le dinamiche culturali e lo sviluppo del patrimonio culturale, come base per l’identità e l’unione dei popoli europei. Per questo, il progetto di alternanza scuola-lavoro, proposto dall’associazione culturale “Programma Cultura”, ha avuto l’intento di offrire agli studenti criteri, metodi, procedure, che potessero aprire nuove possibilità di incontro e di interconnessioni costruttive tra i sistemi culturale, turistico, sociale, economico e della formazione. In relazione alla attività di progettazione culturale vengono descritti l’oggetto (il patrimonio culturale); lo spazio di azione (il territorio); le situazioni sociali nel corso dello sviluppo storico della zona, con le possibili prospettive di riqualificazione di aree e strutture urbane in stato di abbandono, al fine di promuovere comportamenti collaborativi e di aggregazione sociale, in grado di generare un rinnovato senso di appartenenza, rispetto, attaccamento ed identità storica e di responsabilità, al fine di favorire programmi di valorizzazione e protezione.

Mai, come in questo momento di vita sociale, il tessuto civico della nostra città deve stringere saldamente le maglie, per creare un intreccio virtuoso di idee e attività, di proposte innovative e costruttive, con la consapevolezza di una identità culturale diffusa ovunque, che possa essere segnale di appartenenza e di rispetto per se stessi e per la comunità cittadina. E’ necessario ricostruire un nuovo immaginario culturale che, partendo da una corretta informazione dei cittadini in primis, realizzi una formazione tale da operare una conversione culturale. Si tratta di promuovere una vera e propria rinascita, che si possa tradurre in una sorta di life long learning, di formazione permanente, volta alla conoscenza del territorio, per creare una maggiore consapevolezza nella società e consolidare la cultura della sostenibilità. L’obiettivo è la creazione di un nuovo modello di sviluppo, declinato sulle ricchezze del territorio, attraverso cui sostenere lo sviluppo sociale, economico e culturale della provincia jonica, stimolando, quindi, una crescita sostenibile, attraverso un nuovo profilo di competitività territoriale, basato sulla promozione e valorizzazione turistica delle risorse ambientali e culturali, che accresca le potenzialità di attrazione dei luoghi, rafforzi l’immagine. La scelta di Palazzo Brasini, struttura inserita nella base militare SVAM, in prossimità del ponte di Punta Penna, è stata fatta considerando determinate peculiarità: la morfologia del sito, la sua simbolicità, lo stato della proprietà, lo stato di attuazione e la presenza di interventi di recupero effettuati precedentemente. Gli studenti, singolarmente o a gruppi, hanno partecipato ai percorsi formativi progettati per l’acquisizione dei risultati di apprendimento attesi, in termini di conoscenze, abilità e competenze, in base alle loro attitudini e ai loro stili cognitivi.

Domani la presentazione del progetto "Visione creativa di Palazzo Brasini e del contesto circostante"

Accompagnati da esperti tutor quali Domenico Semeraro, ricercatore e studioso di fotografia e immagine, Alessandra Basile, giornalista e critico d’arte, Antonella Carella, architetto e docente e Augusto Ressa, noto architetto, figura di riferimento, fino a poco tempo fa, della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio, nonché dai docenti Rosanna Martucci e Pietro Alfieri, gli studenti sono stati più volte ospitati presso la Scuola Volontari Aeronautica Militare di Taranto, grazie alla disponibilità del comandante, Colonnello Gianluca Capasso, al quale va un particolare ringraziamento, per la sensibilità nell’aver accolto, in maniera cortese ed entusiasta, la proposta dell’associazione Programma Cultura, testimoniando la volontà di rendere tangibile l’intento di apertura della imponente base militare, a progetti didattici di notevole spessore culturale e sociale, che possano essere considerate vettori di un fermento di rinascita, che parte proprio dai giovani e dalle forze culturali della città. Giovedì 23 maggio alle ore 18, presso la sala “Dedalo” della SVAM, la presentazione dei lavori conclusivi.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

ASL TARANTO - Potenziamento accesso alla vaccinazione per persone senza fragilità dai 60 ai 79 anni

ASL TARANTO – Potenziamento accesso alla vaccinazione per persone senza fragilità dai 60 ai 79 anni

TARANTO – A partire da lunedì 12 aprile, per disposizione regionale, in tutta la Puglia …