mercoledì 19 Giugno, 2024 - 19:43:44

Emidio Deandri Anmil: «Dopo 12 anni e 4 cause finalmente giustizia per la moglie e le figlie un lavoratore ucciso da un adenocarcinoma polmonare»

Avv. Mariella Tritto ed Emidio Deandri

Un emozionato Emidio Deandri, il tarantino vicepresidente nazionale Anmil, commenta la notizia di una importante sentenza relativa a un giudizio promosso dagli Avvocati Maria Luigia Tritto e Cataldo Tarricone, Consulenti Legali Anmil, avverso l’Amministrazione statale.

Con la sentenza il Tribunale di Lecce in composizione monocratica, giudice Dott.ssa Viviana Mele, ha riconosciuto in favore della moglie e delle figlie di un dipendente civile tarantino del Ministero della Difesa – Marina Militare la somma di € 815.000 per il risarcimento del danno patito per la perdita del rapporto parentale.

Il dipendente aveva lavorato nella base militare di Taranto a bordo dei cosiddetti “pontoni” e delle cisterne impiegate per il trasporto di acqua o di gasolio, nonché in tutte le altre attività attinenti la navigazione. Durante il corso della sua attività lavorativa era stato esposto a polveri, vernici epossidiche, solventi, oli combustibili, polveri metalliche, fumi di combustione dei motori e ad amianto. Le caldaie e le tubature presenti sui pontoni, alcuni risalenti agli inizi del ‘900, erano obsoleti.

Il dipendente non aveva neanche compiuto il cinquantesimo anno di età quando gli veniva diagnosticato un adenocarcinoma polmonare che, dopo un anno di malattia, ne causava il decesso nell’ormai lontano 2011: da qual momento per la moglie e le figlie si avviava un faticoso cammino giudiziario, ben 4 cause in cui sono state assistite dagli Avvocati Maria Luigia Tritto e Cataldo Tarricone.

Dopo due pronunce favorevoli dei Giudici che avevano riconosciuto alla vedova la rendita ai superstiti erogata dall’Inail ed il danno differenziale “jure hereditario” pagato dal Ministero della Difesa, il Tribunale di Lecce ora ha sancito anche il diritto ad ottenere il risarcimento da perdita del rapporto parentale.

«Dopo anni e anni di udienze questa esemplare sentenza – ha detto Emidio Deandri – rende finalmente giustizia a un lavoratore che ha contratto sul posto di lavoro una terribile patologia, l’adenocarcinoma polmonare. Peccato che lui, ucciso dalla malattia in giovane età, poco più di 50 anni, oggi non sia qui tra noi per gioirne insieme alla moglie e alle figlie. Soprattutto questa sentenza, grazie alla professionalità degli Avvocati Maria Luigia Tritto e Cataldo Tarricone, vede riconoscere anche il diritto ad ottenere il risarcimento da perdita del rapporto parentale. È vero, sono 815.000 euro, ma non c’è somma che possa risarcire una famiglia della perdita del proprio marito e padre!».

«Quello che più rattrista – ha concluso Emidio Deandri – è vedere lo Stato italiano che, invece di chiedere scusa vergognandosi di quello che è accaduto a un suo lavoratore e pagare senza fiatare, si accanisce per anni in un’inutile battaglia legale prolungando una seconda volta il dolore dei familiari costretti ad aspettare per vedersi riconoscere i loro sacrosanti diritti!»

«Ringrazio i nostri consulenti legali, gli Avvocati Maria Luigia Tritto e Cataldo Tarricone – ha poi aggiunto Emidio Deandri – che, con straordinaria competenza professionale, da anni sostengono la battaglia dell’Anmil per la tutela dei diritti di tutti gli invalidi e infortunati sul posto di lavoro, nonché dei lavoratori affetti da malattie professionali».

 

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fabio Tagarelli presidente Taranto25

Taranto 25 nel Comitato Promotore Start Cup Puglia

Nelle prossime settimane una nuova iniziative con 30.000 euro per le start up del territorio …