domenica 17 Ottobre, 2021 - 11:47:23

La memoria

Il dolore e l’orrore non si cancellano solo con il ricordo! Né quel ripasso di immagini sfuocate in un bianco e nero di tristezza può rendere mai giustizia all’ eco del pianto e a quegli occhi attraverso cui ci arriva e straripa incontenibile una sofferenza che toglie il fiato!

Quel delirio continua a vivere nella storia della nostra umanità e mai potrà cambiarne il corso e per incanto cancellarla. Ogni anno che ci lasciamo dietro ci allontana da quell’orrore ma, nello stesso tempo, ce lo richiama avvicinandolo e non basta il NO unanime che compostamente gridiamo perché si annulli quel dolore!.

Penso che certi orrori non potranno mai essere compresi abbastanza… e più ci sforziamo, per immedesimarci e toccare la sofferenza di quegli uomini e di quelle donne, più ci rendiamo conto che non riusciremo mai a fare nostro come vorremmo, quel dolore e vanificarlo. Rimane solo un fermo immagine di un tempo che non diventerà mai lontano purtroppo, perché ritorna sempre attraverso la follia che ancora alberga nelle menti di chi continua ad offendere quella memoria nella negazione di quel sacrificio e di quell’oltraggio.

Giusto è ricordare e celebrare ma sarebbe utile a noi tutti una memoria del passato ma soprattutto del futuro; una sorta di “post it” quotidiano in cui appuntare l’impegno a condannare l’ipocrisia che ci portiamo dietro ogni giorno quando non coinvolti dalla solidarietà mediatica e di massa, giudichiamo chi riteniamo diverso da noi, quando non ci preoccupiamo di chi potrebbe avere bisogno del nostro aiuto, quando ben protetti dall’abito di benpensanti sfoggiamo la nostra sicurezza del nostro “è cosa buona e giusta”.

Commossi fino alle lacrime davanti a immagini dell’orrore che non ci sarà mai possibile contenere perché graziati e scampati da un incomprensibile sorteggio del fato, domani gireremo l’angolo e il foglio del calendario e ricominceremo l’inutile e sterile danza delle nostre indifferenze e, con quelle, cominceremo di nuovo a dimenticare.

Anna Marsella

Facebook Comments Box

Notizie su Redazione

La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.