sabato 05 Dicembre, 2020 - 12:56:50

La Voce di Maruggio e Unpli  insieme nel progetto “Dalla Piana Messapica alle trincee della Grande Guerra “


E‘ iniziato il 5 Dicembre per due giovani volontarie di Maruggio l’anno di Servizio Civile proposto dall’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco Italiane).

Il progetto avviato quest’anno ha come titolo, “Dalla Piana Messapica alle trincee della Grande Guerra” e prevede un’attività che andrà a svilupparsi in un’area costituita da comuni delle province di Brindisi e Taranto, territori che hanno “vissuto” uno degli avvenimenti più importanti e tragici della nostra storia moderna e che ha cambiato le sorti dell’intero mondo: la Grande Guerra. Le nostre province hanno pagato un prezzo molto alto in termini di vite umane: tanti sono stati i soldati, per lo più ragazzini nel pieno della loro giovinezza, partiti al fronte lasciando le famiglie, gli affetti, i progetti per il futuro e la loro terra …per non farvi più ritorno. I monumenti ai caduti presenti in quasi tutti i comuni sono la testimonianza ad imperitura memoria del sangue versato durante quel tragico conflitto.

Le due volontarie selezionate, Maiorano Teresa e Moldavio Lucrezia, saranno affiancate dall’operatore locale di progetto nonché Presidente della Pro Loco Maruggio, l’ingegnere Massimo Quaranta.

 

Il lavoro verterà sull’analisi dei punti di forza e, soprattutto, di debolezza, emersi dallo studio effettuato per trasformare le criticità rilevate in pura valorizzazione del territorio attraverso , la ricerca e le testimonianze riguardanti il progetto. In tal modo si potrà contribuire alla creazione e allo sviluppo di un archivio di conoscenze e saperi, affinché ciò che un tempo è stata la Grande Guerra non venga intesa dalle nuove generazioni come mera commemorazione di fredde lapidi di marmo incise ma come testimonianza viva e tangibile di ciò che è ha comportato il conflitto e di ciò che mai più deve essere.

A cento anni dalla Grande Guerra infatti un peccato e un grave sbaglio conservare soltanto un elenco sbiadito di giovani eroi ingoiati dalle trincee senza sapere nulla di loro, della loro vita e dei loro sogni. Sarebbe quindi opportuno partire dalla ricerca dei singoli caduti al fronte attraverso schede ed alberi genealogici, poiché dietro ognuno di loro ci sarà stata una storia e una vita da raccontare e non dimenticare degna senza dubbio di essere portata a conoscenza del mondo.

L’obiettivo è quello di creare una memoria didascalica per ridestare i valori della patria. A tal proposito, INVITIAMO TUTTI I NOSTRI CONCITTADINI con memorie, reperti fotografici o manoscritti (come lettere dal fronte ad esempio ) possano tornare utili nell’elaborazione del progetto.

Con l’intento di promuovere gli esiti del progetto, la Pro Loco di Maruggio ha firmato un protocollo d’intesa con la testata giornalistica online “La Voce di Maruggio”, nella persona del suo direttore responsabile Fernando Filomena che ringraziamo anticipatamente per la disponibilità e il supporto.
Ringraziamo altresì quanti vorranno collaborare facendoci pervenire materiale utile all’uopo.

Maiorano Teresa e Moldavio Lucrezia

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Lo sfogo: questa è la parte (poco umana) di Maruggio che non mi piace

Cari amici, a Maruggio è sempre festa! Nonostante la pesante cappa che sta sulla nostra …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.