giovedì 03 Dicembre, 2020 - 18:28:42

Licei in scena, la rassegna teatrale chiude con Brecht al Liceo “De Sanctis-Galilei” di Manduria

E pur si muove … la verità, liberamente tratto da “Vita di Galileo” di B. Brecht, chiude la seconda edizione della rassegna teatrale “Licei in Scena – Gli Eroi della Verità” organizzata dal Liceo “De Sanctis-Galilei” di Manduria. Dopo la messa in scena di “Alice nel Paese delle Meraviglie” di Lewis Carroll, “Ippolito” di Euripide, “Menaecmi” di Plauto, “Hamlet in Rock” a cura degli studenti dell’indirizzo Scienze umane, Classico e linguistico, è la volta degli studenti del liceo scientifico con “E pur si muove … la verità” liberamente tratto da Vita di Galileo di B. Brecht.

Dal 5 giugno, gli oltre 160 tra alunni e docenti dei quattro indirizzi (classico, scientifico, linguistico e scienze umane), stanno animando la seconda edizione di “Licei in Scena – Gli eroi della verità”. Il progetto, realizzato con la collaborazione della Banca di Credito Cooperativo di Avetrana e con il patrocinio del Comune di Manduria, prevede cinque spettacoli in programma da lunedì 5 a venerdì 9 giugno 2017. Tutti gli spettacoli, ruotano attorno al tema “Gli Eroi della Verità”, veicolando un messaggio di fondo: il valore del coraggio intellettuale, sentimentale, morale. Destinatari privilegiati di questo messaggio gli studenti.

Eroe della verità è Galileo Galilei, quando dichiara, con l’eccitazione della scoperta, che la realtà in cui l’uomo si è accomodato, il sistema tolemaico, è un castello di carta, una realtà fittizia. Pari alla gioia di un bambino che ha scoperto qualcosa di nuovo, che è poi l’euforia della mente nell’atto della comprensione, quando, a lungo cercata, disvela finalmente le cause, l’entusiasmo di Galilei si scontra con l’ostinazione e la cecità di chi non sa immaginare altri mondi possibili e invoca, tonante, l’autorità del già noto.

La riduzione teatrale mostra Galileo nell’evoluzione dei suoi sentimenti, drammatizzandone i pensieri e finanche i sogni. La terra ed i pianeti tutti, per il tramite di efficaci coreografie, lo avvolgono nel loro giro intorno al sole; Copernico, a colloquio con il sommo astro, trova infine il coraggio di ribadirne al mondo la fissità. L’entusiasmo, però, cede ben presto il passo alla delusione: Galileo è bersaglio di scherno e dileggio, come un cantastorie del carnevale. E lo tormenta l’atroce visione del rogo di Giordano Bruno, il cocente ricordo delle accuse di assurdità ed eresia tuonate dall’inquisitore, e infine il dolore necessario dell’abiura. Inserito in una cornice contemporanea, lo spettacolo allude a quelle menti brillanti troppo spesso, nella storia come oggi, inascoltate e costrette alla fuga, eroiche voci che cantano con coraggio fuori dal coro.

Cast: Narratrice e Sole (Valeria Laserra), Ragazze (Ilaria Piccione, Letizia Duggento, Valentina Polimeno, Anastasia Bisci, Adriana Massafra), Galileo Galilei (Antonio Mangione), Andrea Sarti e un frate (Biagio Nigro), Signora Sarti (Jennifer Fantinuoli), Copernico e saltimbanco (Lorenzo Dinoi), Ora ultima (Giulia Buccolieri), Sagredo e saltimbanco (Leo Massari), Signori (Anastasia Bisci, Aurora Cava, Letizia Duggento, Veruska Elia) Cosimo De’Medici (Davide Maiorano), Il ciambellano e un frate (Piercosimo Dimilito), Il filosofo (Massimiliano Moscogiuri), Il matematico, l’inquisitore e Giordano Bruno (Antonio Cazzato), Musicanti: Sonia Antermite (violino), Matteo Chiego (tastiera), Ludovica Filomena (chitarra), Carmine Fanigliulo (viola) (partecipazione straordinaria), Hostess (Alicia De Valerio)

Scenografie: Francesco Pizzi, Rebecca Lomartire, Danilo Mocavero, Monica De Luca, Andrea Di Maglie, Ludovica Moscogiuri, Miryam Vitale, Federica Doria, Caterina Caniglia, Francesca Sun

Costumi, Trucco, Parrucco: Andrea Galeone, Rebecca Lomartire, Roberta Di Maglie

Coreografie: Silvia Erario, Rebecca Marsella, Danilo Mocavero, Claudia Scarcella,

Musica: Antonio Cazzato, Antonio Solidoro,

Direzione Di Scena: Gregory Dimaglie, Carmine Fanigliulo (partecipazione straordinaria)

Francesco Pizzi, Claudia De Stefano, Antonio Cazzato, Rebecca Lomartire

Regia: Prof.ssa Carmela Campanale, Prof.ssa Nunzia Panessa, Prof.ssa Maria Luisa Tomaselli

Gli spettacoli concorrono, in una sorte di NOTTE DEGLI OSCAR, per sei categorie: migliore scenografia, migliori costumi trucco e parrucco, migliori coreografie, miglior interprete protagonista, miglior interprete non protagonista, miglior team. Le votazioni definitive e le premiazioni si svolgeranno sabato 10 giugno 2017, presso l’auditorium Galilei. In palio stage formativi per potenziare le specifiche abilità.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Lo sfogo: questa è la parte (poco umana) di Maruggio che non mi piace

Cari amici, a Maruggio è sempre festa! Nonostante la pesante cappa che sta sulla nostra …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.