lunedì 19 Agosto, 2019 - 2:15:04
Home > La Voce > Locali > Manduria- Avvisi di garanzia a 14 medici dell’ospedale Giannuzzi

Manduria- Avvisi di garanzia a 14 medici dell’ospedale Giannuzzi

Ospedale-GiannuzziMANDURIA – Sono 14 i medici dell’ospedale di Manduria indagati per la morte della 64enne di Sava deceduta il 31 maggio scorso all’arrivo in pronto soccorso. La donna trasportata dall’ambulanza del 118, era stata dimessa  una settimana prima dal reparto di medicina dello stesso ospedale dove si era ricoverata per un’infezione virale polmonare. L’inchiesta è scattata a seguito di una denuncia presentata dal marito della signora. Il pubblico ministero Remo Epifani che si occupa del caso ha fatto notificare ieri gli avvisi di garanzia a 6 medici della medicina, 4 della rianimazione, 2 del pronto soccorso e 2 della cardiologia. In pratica tutti quelli che in qualche modo hanno avuto in cura la donna nei suoi ultimi giorni di vita. Secondo il marito che ha presentato querela, la moglie subito dopo le dimissioni ha cominciato a stare male sino a sabato scorso quando le sue condizioni sono precipitate. Al pronto soccorso la sessantaquattrenne ha avuto un arresto cardiaco. Inutili tutti i tentativi per rianimarla. Oggi il pm affiderà l’incarico al medico legale che si dovrà occupare dell’autopsia che con molta probabilità si farà nella giornata di domani. L’avviso di garanzia indirizzato ai quattordici medici è un atto dovuto che gli consentirà di organizzarsi la difesa e di nominarsi un proprio legale e un perito di parte che assisterà all’esame autoptico.

www.lavocedimanduria.it

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Caporalato, CIA Due Mari: “Ecco come innescare un circolo virtuoso”

Articolato documento consegnato dall’organizzazione nell’incontro in Prefettura  “No allo sfruttamento e all’ipocrisia: le aziende siano …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.