domenica 20 Ottobre, 2019 - 0:57:04
Home > La Voce > Locali > Maruggio – Caduta di stile del candidato sindaco Alfredo Longo, ignobile attacco personale al vignettista Paolo Piccione

Maruggio – Caduta di stile del candidato sindaco Alfredo Longo, ignobile attacco personale al vignettista Paolo Piccione

La vignetta "incriminata"
La vignetta “incriminata”
Maruggio – Il candidato sindaco della lista “Per Maruggio” Alfredo Longo ieri, dopo che la nostra redazione ha pubblicato una vignetta disegnata dall’abile matita del noto disegnatore Paolo Piccione , ha commentato il lavoro  con un attacco personale diretto al disegnatore. La vignetta dal titolo “Indifferenziata” è stata pubblicata su Facebook sulla pagina ufficiale de La Voce di Maruggio.

Sembra che in questo paese non devi mai deludere le aspettative degli altri! Non puoi permetterti mai di fare quello che ti va. Certe cose, cari candidati sindaci e consiglieri, sono divertenti da fare, in queste cose non c’è peccato e soprattutto vanno fatte perché in quel momento ci sentiamo di farle senza dover rendere conto di esse neanche alle persone che ci stimano.

La privacy non mi consente di pubblicare attacchi personali ed offese che sono pervenute alla mia persona, tramite chat, da persone che fino a qualche minuto fa li ritenevi degni di stima. Frasi del tipo “che c…zo scrivi” e offese dirette alla mia professionalità nonché attacchi indirizzati ad alcuni componenti della mia famiglia. Caro candidato sindaco la mia onestà intellettuale mi vieta di pubblicare il suo nome.

Quest’ultimo episodio non è riferito, ad onor del vero, ad Alfredo Longo ma ad altro candidato sindaco che non ha saputo cogliere alcune battute scritte su Facebook dal sottoscritto. Chi mi legge saprà cogliere questo mio sfogo e rimango a disposizione per accettare le dovute scuse.

Riportiamo fedelmente il commento di Alfredo Longo:

<< Ormai la rete ci dice tutto.. basta cliccare qualche parola su google per sapere la verità. Dove leggete 2%? Io qui leggo che è sempre in aumento.. e l’ultimo dato dice 14,30 % (http://www.rifiutiebonifica.puglia.it/rsu_comune.php cercate Maruggio) ! Paolo.. di solito sei più attento. Capisco che Angelo Prontera sia tuo “cognato” ma non ha bisogno di un bravo vignettista come te per vincere.. se è capace vincerà per ciò che propone “sempre che riesca a proporre qualcosa di vero, legale e realizzabile” (?!?)>>

 Non si è fatta attendere la risposta di Paolo Piccione che riportiamo di seguito:

<< Caro Alfredo, ti ringrazio per l’alta considerazione che hai delle mie capacita satiriche e per aver pubblicamente dichiarato di essere un mio ammiratore, ma penso che tu mi abbia sopravvalutato. Non credo di poter determinare le vittorie o le sconfitte nelle competizioni elettorali, né ciò è una mia velleità. Fatti i dovuti ringraziamenti, devo però farti notare, con dispiacere(!), il violento tonfo stilistico in cui sei precipitato. Pertanto, pur preferendo la matita alla penna, mio malgrado, devo risponderti a mezzo tastiera. Andiamo per gradi. Tu contesti il dato del 2% della mia vignetta riferito alla vostra “efficientissima” raccolta differenziata. Ma se guardi il grafico dell’anno 2013 (http://www.rifiutiebonifica.puglia.it/…/datipercomunege… e anche 2012 http://www.rifiutiebonifica.puglia.it/…/datipercomunege… ) mi pare non ci siano macroscopiche discrepanze tra quanto io ho illustrato ed il dato reale: 2,80% di differenziata e 97,2% di indifferenziata. Perdonami, hai ragione, ti ho ingiustamente scippato di un “rilevantissimo” 0,80%, praticamente la buccia dell’ananas che ho appena gettato! Inoltre, ti rammento che la mia è solo una vignetta che, in maniera allegra, ha rappresentato una realtà triste e nel suo complesso fallimentare, anche se rapportata a quel tuo ultimo dato del 14,30%. Satiricamente ho riportato il vostro dato peggiore per esigenze di battuta, ma anche se ci avessi messo il migliore non ci avreste fatto comunque una bella figura. Senza contare che al personaggio avrei dovuto disegnare ben 14 dita! Però, e me ne rammarico, vista la nostra reciproca simpatia, la tua caduta di stile più eclatante è stato lo scendere nel personale, ovvero il voler palesare a tutti (come se non fosse già cosa nota) il mio legame con Angelo Prontera. Ebbene sì, sono di parte e auspico la sua vittoria, ma non per il legame di “affinità parentale”, come da te slealmente insinuato, ma perché sono convinto del valore, dell’onestà, della genuinità, della voglia di fare, della rettitudine, della preparazione e delle capacità di Angelo Prontera, doti, peraltro, riconosciutegli dai più e sono certo anche da te, ma questo in campagna elettorale non lo puoi ammettere e ti capisco! Se in Angelo Prontera non avessi riscontrato le doti elencate, puoi star certo che me ne sarei infischiato di qualsiasi legame. La mia persona, il mio nome, la mia reputazione, la mia immagine, la mia onestà intellettuale e la mia indipendenza sono valori per me assoluti, indisponibili e “non barattabili”, io sono e resto un cane sciolto, un battitore libero, uno che fa e rappresenta quello che gli pare e non quello che altri vorrebbero fosse rappresentato. E poi, caro Alfredo, la satira si fa su chi amministra o ha amministrato, ecco perché dedico maggior “attenzione” ad alcuni rispetto ad altri. E bisogna vedere come si è amministrato… Ti faccio un esempio a caso… Ammettiamo che io fossi stato il padrone di una località chiamata Campus Marinus e, dovendomi assentare per 5 anni, avessi deciso di nominare il “signor Rossi” amministratore di questo mio bene. Come pensi che l’avrei presa, al mio ritorno dopo un lustro di assenza, vedendo cotanti cambiamenti? Non mi sarei dovuto incazzare come una bestia dopo aver annusato i miasmi del mio porto? Non mi sarebbe venuta una crisi di nervi nel vedere la mia piazzetta stuprata e smembrata? Non mi sarei rattristato nel vedere così tanta meno gente passeggiare in estate nella mia Campus Marinus? Pensi che al mio prossimo lungo viaggio avrei riconfermato il “signor Rossi” o lo avrei cacciato via? Infine, quando tu, riferendoti ad Angelo Prontera, scrivi “sempre che riesca a proporre qualcosa di vero, legale e realizzabile”, stai forse “ventilando” che ci siano, da parte sua, proposte illegali? Se così fosse, dato l’alto compito cui ti sei autocandidato, hai il dovere morale di “denunciare” queste fantomatiche illegalità, assumendoti la responsabilità di ciò che dici. Lanciare la pietra e nascondere pavidamente la mano è un gesto che mal si adatta agli “Uomini”. In ogni caso AUGURONI!! >>

Fernando Filomena

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Necrologio – Gli amici sono vicini al dolore che ha colpito Annalisa Vacca per la perdita della cara mamma

Tutte le parole del mondo non potrebbero colmare il vuoto che hai ora nel petto, …

Un commento

  1. Avatar

    I maruggesi potendo constatare personalmente i dati del 2,8%(veramente vergognoso, anche a Sava siamo al 75%) potranno anche constatare le abile bugie di Alfredo Longo che abbracciano un po tutti i campi, d’altronde come potrebbe fare, dopo una fallimentare amministrazione, attenzione per i cittadini non per lui, il quale ovviamente si è munito abbastanza bene in questi 5 anni, a presentarsi come sindaco? Chi potrà credere ancora a ciò che sta’ promettendo? Se fosse vero l’avrebbe fatto in questi 5 anni che con il sindaco erano “carni e ogna”!!!
    E come dice Bonolis: “a Pa’, daje”!!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.