mercoledì 30 Settembre, 2020 - 18:30:43

Moscati, Maiorano (FdI): “Una farsa il nuovo modulo di terapia intensiva Covid-19”

L’esponente di Fratelli d’Italia chiede chiarimenti e risposte concrete

Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni in merito ai pazienti positivi ricoverati presso il reparto di Malattie Infettive e Tropicali dell’Ospedale Moscati di Taranto che non vengono trasferiti nel nuovo modulo di terapia intensiva Covid-19. Se ciò corrisponde al vero, siamo di fronte all’ennesima inaugurazione farsa da parte del presidente Emiliano”. Questo è quanto dichiara Giovanni Maiorano, componente del direttivo provinciale di Fratelli d’Italia e vicesindaco di Maruggio.

“Basti pensare – prosegue Maiorano – che solo qualche mese fa, precisamente il 9 giugno scorso, lo stesso Emiliano inaugurava in pompa magna la nuova struttura, uno spazio prefabbricato con venti posti letto attrezzati dedicati ai malati Covid da utilizzare nella ipotesi di una eventuale recrudescenza dell’emergenza sanitaria”.

“Il modulo risulta essere inagibile e, quindi, inutilizzabile, in quanto non garantisce il cosiddetto percorso “sporco-pulito” necessario per tutelare pazienti e operatori sanitari. Conoscendo il ‘modus operandi’ del governatore Emiliano abbiamo subito pensato al solito taglio del nastro elettorale, alla classica passerella mediatica. Speriamo davvero che si tratti di voci infondate. Nel frattempo qualcuno ci dia delle risposte immediate e concrete” ha concluso l’esponente di Fratelli d’Italia.

 

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Maruggio primo caso di Covid-19. Si tratta di un turista residente a Campomarino

«Sapevo che questo momento sarebbe prima o poi arrivato.. anzi, visto il “tutto esaurito” (ed …