domenica 18 Agosto, 2019 - 17:47:49
Home > Cultura e Eventi > Cultura > Oggi 20 Marzo ore 22.58: Equinozio di Primavera

Oggi 20 Marzo ore 22.58: Equinozio di Primavera

 

Quando cade? Oggi 20 Marzo alle ore 21.58 secondo l’ora del Meridiano di Greenwich, per cui in Italia saranno le 22.58.

Perché non ha una data precisa? L’Equinozio di Primavera, come anche quello di Autunno a settembre, non ha una data precisa ma può cadere in genere tra il 19 e il 21 Marzo. Cambia a causa della differente durata del calendario convenzionale stabilito dall’uomo e la durata reale dell’anno solare.
Praticamente, la Terra, nel suo moto di rivoluzione intorno al Sole, impiega 6 ore, 9 minuti e 10 secondi, IN PIU’ rispetto ai canonici 365 giorni in cui è convenzionalmente suddiviso un anno sul calendario. Per questo motivo infatti, per compensare questo ritardo, ogni 4 anni si utilizza il Calendario Bisestile aggiungendo un giorno a Febbraio, che 30 giorni a Novembre, con Aprile Giugno e Settembre, di 28 ce n’è uno, tutti gli altri ne han 31!

Che cosa succede a livello astronomico? Nel momento preciso dell’Equinozio, la linea convenzionale , chiamata terminatore, che divide la parte illuminata della Terra da quella al buio, passa sia per il Polo Nord che per il Polo Sud, e diventa perfettamente perpendicolare all’Equatore.

In parole povere, finalmente si toglie dalle scatole Caporal Inverno e inizia la Primavera, la festa della rinascita e del risveglio della natura che ritorna a produrre i propri frutti dopo il rigido inverno. È il trionfo della luce sulle tenebre, della vita sulla morte, la festa dell’abbondanza, legata ai culti della fertilità della terra in onore di Demetra, la dea delle messi, nella mitologia greca, o Cerere in quella romana, a cui si attribuisce anche la nascita del pane, che era la madre di Proserpina o Persefone per i greci. Ve la ricordate la sua storia? Proserpina, rapita da Plutone re dell’Ade, fu liberata da Giove, ma a patto che trascorresse 6 mesi all’anno con Plutone, i mesi invernali, durante i quali la madre Demetra fece calare il freddo e il gelo sulla terra come segno di dolore, per poi far risvegliare la natura con il ritorno di Proserpina sulla terra, cioè durante la Primavera, tenendo fra le mani la sacra melagrana, simbolo dell’eterno ritorno (Omero).

Anche il nostro sommo poeta Dante avrebbe deciso di collocare il suo viaggio ultraterreno nel tempo dell’Equinozio di Primavera, infatti il poeta afferma di essersi smarrito nella selva oscura, nel mezzo del cammin della sua vita, quindi verso i suoi 35 anni, ed essendo nato nel 1265, siamo quindi nel 1300 ca, e la prima delle tre fiere che gli compare è la lonza, alle prime luci del mattino, mentre il sole sta sorgendo nella costellazione dell’Ariete, cioè proprio nell’Equinozio di Primavera, quando il sole sorge e tramonta alla stessa ora in tutti i luoghi della terra. Nel Medioevo si credeva inoltre che i sei giorni della creazione del mondo fossero culminati con l’Equinozio di Primavera, così come anche la parabola terrena di Cristo, dall’incarnazione alla morte, che segna la rinascita dell’umanità dalle tenebre alla luce.

Un giorno particolare, quello dell’equinozio in cui, per l’insostenibile leggerezza delle coincidenze, la Grande Sfinge di Giza in Egitto (fig. a sinistra), insieme al tempio piramidale maya di Chichen Itza in Messico (fig. di centro) e al tempio di Angkor Wat in Cambogia (fig. a destra), oltre ad essere stranamente allineati sullo stesso parallelo (andate a controllare su google map se non mi credete), la mattina dell’equinozio puntano tutti esattamente verso Est, cioè guardano direttamente verso il Sole. Sole che segna il momento climatico della rinascita della natura.

Infine, a proposito di feste dell’abbondanza e di fertilità della terra, non è proprio un caso che l’Equinozio di Primavera cada più o meno nello stesso periodo della Festa di San Giuseppe il 19 Marzo, quando, tra moltiplicazioni di pani e falò, con antichissimi riti propiziatori di passaggio stagionale, si brucia l’inverno e si dà il benvenuto alla Primavera.
E infatti nel 2044 dice che l’Equinozio di Primavera cadrà per la prima volta proprio il 19 Marzo. Dite che anche questa sia solo una coincidenza?

Jenne Marasco

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Caporalato, CIA Due Mari: “Ecco come innescare un circolo virtuoso”

Articolato documento consegnato dall’organizzazione nell’incontro in Prefettura  “No allo sfruttamento e all’ipocrisia: le aziende siano …