martedì 17 Settembre, 2019 - 2:23:48
Home > Cronaca > Sava, atti persecutori contro l’ex moglie. Finisce ai domiciliari un 46enne di Manduria

Sava, atti persecutori contro l’ex moglie. Finisce ai domiciliari un 46enne di Manduria

Non aveva accettato la separazione dalla moglie.

I carabinieri della Stazione di Sava (Ta), in esecuzione di un’Ordinanza di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Taranto hanno tratto in arresto, per il reato di atti persecutori, un 46enne, di Manduria (Ta), con precedenti di polizia.

L’uomo dopo la separazione dalla ex moglie era tornato ad abitare a Sava dai genitori ma, non accettando tale situazione, aveva posto in essere una serie di condotte persecutorie nei confronti della donna, rimasta a Manduria con i figli, per costringerla a tornare da lui.

Tale comportamento veniva prontamente denunciato ai carabinieri ed il Giudice, letta l’informativa dei militari, disponeva in un primo momento la misura cautelare del “divieto di avvicinamento alla parte offesa”, ma poiché il provvedimento era stato continuamente disatteso, revocava la citata misura cautelare sostituendola con quella degli arresti domiciliari.

Il 46enne veniva quindi arrestato e, dopo le formalità di rito, condotto presso l’abitazione dei genitori dove dovrà permanervi agli arresti domiciliari.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Taranto, falso allarme bomba presso la raffineria Eni. Denunciato in stato di libertà un operaio di 41 anni

Oggi, 11 settembre 2019, alle ore 17.00 circa, al termine di immediate indagini, personale del …