sabato 15 Giugno, 2024 - 7:20:06

Taranto, controlli della Polizia di Stato per contrastare la vendita illegale di mitili potenzialmente pericolosi per la salute dei cittadini.

Continuano i controlli della Polizia di Stato per contrastare la vendita illegale di mitili potenzialmente pericolosi per la salute dei cittadini.

I poliziotti del Commissariato Borgo, unitamente al personale della ASL di Taranto, hanno effettuato diversi servizi di osservazione nella zona del fiume Galeso al fine di impedire che i mitili raccolti illegalmente in zona possano finire sulle tavole dei cittadini.

Dopo alcune ore di appostamento, i colleghi hanno notato un’autovettura uscire da una stradina sterrata e hanno deciso di seguire il mezzo dal quale fuoriusciva una copiosa quantità di acqua che si riversava sul manto stradale.

Gli investigatori hanno deciso di procedere al controllo del mezzo all’interno del quale sono state rinvenuti circa 200 kg di cozze nere, prive di tracciabilità ed in cattivo stato di conservazione.

I mitili, su disposizione del medico veterinario dell’ASL, sono stati distrutti con mezzo AMIU, mentre il conducente dell’autovettura è stato denunciato perché ritenuto presunto responsabile del reato di commercio di sostanze alimentari nocive ed in cattivo stato di conservazione.

Stesso copione quello che i colleghi, coadiuvati dal personale dell’ASL di Taranto, si sono trovati di fronte, quando qualche giorno dopo hanno effettuato nuovamente sopralluoghi in zona Galeso per monitorare le attività in zona.

Anche in questo caso hanno notato un furgone di colore bianco che si allontanava speditamente dalla zona e dal quale fuoriusciva una gran quantità di acqua.

A seguito del controllo del mezzo, è emerso che all’interno dello stesso erano stipati circa 300 kg di cozze nere, prive di tracciabilità ed in cattivo stato di conservazione.

Anche in questo caso, il materiale è stato posto sotto sequestro e successivamente distrutto come prevede la normativa vigente.

Il proprietario del mezzo è stato denunciato perché ritenuto presunto responsabile del reato di commercio di sostanze alimentari nocive ed in cattivo stato di conservazione.

A seguito di un’indagine epidemiologica del Dipartimento di Prevenzione della locale ASL per un caso sospetto di ricovero per una malattia trasmessa da alimenti, che annoverava tra le possibili cause l’assunzione di prodotti ittici, i colleghi del Commissariato Borgo e dell’ASL hanno effettuato dei controlli presso la struttura dalla quale, a detta della presunta vittima, erano stati acquistati i mitili.

Il sopralluogo della rivendita mobile, posizionata in zona Paolo VI, ha rivelato che erano pronti per la vendita: 5 kg di gamberetti, 4kg di merluzzi, 4 kg di mazzancolle, 3 kg di gamberoni, 8 kg di spigole/orate, 4 kg di triglie, 5 kg di cozze nere e n.16 vaschette di cozze nere, tenuti a temperatura ambiente e privi di ghiaccio per la conservazione e nessun documento attestante la tracciabilità.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sequestrato e distrutto, mentre il titolare dell’esercizio commerciale è stato denunciato in quanto ritenuto presunto responsabile del reato di commercio di sostanze alimentari nocive ed in cattivo stato di conservazione.

Sempre i colleghi del Commissariato Borgo sono intervenuti, nei giorni scorsi, per una segnalazione giunta alla Sala Operativa 113 della Questura per un furto in una farmacia del centro città.

Gli investigatori, dopo aver visionato le telecamere interne dell’esercizio commerciale, hanno individuato e rintracciato, subito dopo, il presunto autore del furto, personaggio già noto alle Forze dell’Ordine con numerosi precedenti penali alle spalle, recuperando anche la merce poco prima sottratta dalla Farmacia.

Il 46enne è stato denunciato perché ritenuto presunto responsabile del reato di furto aggravato, mentre le creme sono state restituite all’avente diritto.

 

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fabio Tagarelli presidente Taranto25

Taranto 25 nel Comitato Promotore Start Cup Puglia

Nelle prossime settimane una nuova iniziative con 30.000 euro per le start up del territorio …