giovedì 21 Settembre, 2023 - 14:08:31

TARANTOBEER FEST: OTTIMA LA PRIMA !

Oltre 18.500 persone hanno preso d’assalto per quattro serate il Parco Cimino con grandi comici, tanta musica, 40 tipi di birra e gastronomia

Si è chiuso il sipario sul “Taranto Beer Fest” che, già dalla prima edizione, si è affermato come la più importante manifestazione di questo tipo mai organizzata sul territorio.

Merito dell’ottima organizzazione di “Posizioni Note”, l’agenzia di Leandra Attanasio che ha curato la manifestazione, da un’idea di Filiberto Fiorino, Amministratore della Fiorino Distribuzione Srl di San Giorgio Jonico che ha messo a disposizione la sua enorme esperienza nel beverage per creare questo evento a favore della comunità.

Sono state quattro lunghe serate in cui – un primo dato importante – grazie all’imponente servizio d’ordine schierato nell’area non si è verificato nessun tipo di incidente, garantendo a tutti la possibilità di trascorrere una serata in serenità e spensieratezza.

L’imponente afflusso – stimato in oltre 18.500 persone nelle quattro serate – ha decretato il successo della formula dell’evento: l’ingresso a soli 5 euro con incluso la consumazione di una bevanda – con bambini gratis – ha permesso a tutti di trascorrere l’intera serata senza spendere un altro euro, assistendo a spettacoli di cabaret, a concerti e a DJ set fino alle due di notte.

Un intrattenimento studiato per tutti – famiglie, adulti e giovani – con il cabaret di grandi artisti – Renato Ciardo, Pinuccio e Paolo Migone – e trascinanti concerti di gruppi come Orchestra Mancina, Terraros, Spaghetti Brothers e Rekkiabilly, e poi ogni sera un DJ set per i più giovani; per i più piccoli laboratori e tante attività ludiche e ricreative.

Tutto compreso nel biglietto di 5 euro che dava diritto a bere una birra di grande qualità, alla spina o in bottiglia, scegliendo tra i 40 tipi di birre proposte nel primo Taranto Beer Fest, un’ampia offerta resa possibile dalla fiducia con cui importanti marchi di livello internazionale hanno guardato a questa manifestazione.

Enorme anche la proposta di qualità degli stand di gastronomia, da consumare ai cento tavoli con mille posti a sedere allestiti in una zona lontana dal palco degli spettacoli, una felice scelta dell’organizzazione che ha consentito così da un lato di assistere allo spettacolo in tutta tranquillità, e da un altro di degustare bevande e manicaretti senza chiasso.

Altro elemento di successo sono stati i parcheggi presso il vicino Centro Commerciale “Porte dello Jonio” la cui direzione non solo li ha resi disponibili fino a notte, ma anche predisposto un servizio di vigilanza evitando la presenza di parcheggiatori abusivi.

Felice la scelta della grande Area parcheggio del Parco Cimino che si è dimostrata, anche grazie all’interdizione al traffico della strada prospicente, una location perfetta per ospitare grandi eventi, quel Parco Cimino che si affaccia – come ha affermato dal palco Filiberto Fiorino – sul Mar Piccolo che è un iconico simbolo della Città dei due Mari!

Un grande evento che, oltre a offrire ai tarantini una opportunità di svago e intrattenimento, è andato a rafforzare significativamente anche l’attrattività turistica di Taranto che si conferma “Città dei Festival”, come hanno affermato i rappresentanti dell’Amministrazione comunale intervenendo all’evento, tra questi il Vicesindaco Fabrizio Manzulli, l’assessore Fabiano Marti e il Consigliere Michele Mazzariello.

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Salvati dalla rete. Due istrici liberati a Manduria mancavano dalla zona da circa trent’anni

Il CRAS di Manduria ha liberato 38 animali salvatici curati nel centro: tra questi anche …