mercoledì 19 Giugno, 2024 - 20:00:04

TENDER LAB, COMPETERE SUI MERCATI INTERNAZIONALI

da sx: Cristaldi, Del Genio, Manzulli, Toma

Si è  conclusa oggi ,24 maggio 2023, in Confindustria Taranto la due-giorni del progetto Tender Lab, promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE, costruito per offrire alle PMI italiane un percorso di formazione e accompagnamento mirato alla partecipazione alle gare d’appalto internazionali

Come partecipare alle gare internazionali, come rafforzare e rendere operativa la propensione di un’azienda ad internazionalizzarsi e affacciarsi sui mercati?
Si conclude oggi, nella sede di Confindustria Taranto, la sesta tappa territoriale della nuova edizione del progetto “Tender Lab – In gara con noi”, percorso di formazione gratuito sulle gare internazionali promosso dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e realizzato da Agenzia ICE con il supporto di partner territoriali per lo sviluppo dell’internazionalizzazione delle aziende italiane.

Obiettivo del progetto è quello di migliorare le capacità competitive delle PMI italiane nelle gare internazionali, sviluppando competenze e facilitando la conoscenza degli strumenti operativi messi in campo dal Sistema Paese a livello nazionale e regionale: oltre 220 le aziende hanno già partecipato alle precedenti cinque tappe del laboratorio.

Il percorso formativo, voluto da Confindustria Taranto, Cna Puglia, Unioncamere Puglia e Enterprise Europe Network, al quale hanno aderito le imprese di Confindustria Taranto maggiormente orientate verso i processi di internazionalizzazione, si è articolato in due giornate. I lavori sono stati introdotti dai saluti del Presidente di Unioncamere Puglia Damiano Gelsomino; hanno fatto seguito gli interventi di Daniele Del Genio, Presidente Cna Puglia, Fabrizio Manzulli, vice sindaco di Taranto e Salvatore Toma, Presidente di Confindustria Taranto, il quale ha sostenuto fortemente la candidatura di Taranto quale sede per ospitare il corso formativo.
“Questi due giorni sono parte di un progetto che portiamo avanti da un anno – ha dichiarato – e mira a incentivare le imprese verso i percorsi di internazionalizzazione ma soprattutto a stimolare la creazione di consorzi e reti di impresa, che rappresentano un valore aggiunto indiscusso nei processi di investimento sui mercati internazionali e in funzione di tutti i tipi di business che le aziende, grandi e piccole, vogliono intraprendere oltre i loro confini. Quello dell’internazionalizzazione è da sempre uno degli asset imprescindibili di questa Confindustria e a breve, a giugno prossimo, renderemo tangibile questa nostra “vision” internazionale con una missione in Polonia che ci servirà a meglio comprendere gli scenari che si apriranno in Ucraina con la ricostruzione.

La nostra recente partecipazione alla Conferenza Bilaterale tenuta a Roma ci ha fornito un quadro ben chiaro della situazione attuale e delle necessità del territorio ucraino. Quello che auspichiamo, prima di ogni cosa, è che qualsiasi opportunità possa aprirsi finalmente in un teatro di pace, unica condizione possibile per parlare davvero di ricostruzione”. Di Puglia “regione dinamica”, rispetto a tutte le altre, ha parlato il Presidente di Unioncamere, collegatosi da remoto, Damiano Gelsomino, sottolineando anche la presenza di qualche recente primato che la colloca prima a livello nazionale (è il caso del numero di cantine presenti nella nostra regione, che superano anche territori tradizionalmente vocati alla cultura del vino come Sicilia e Veneto) e che ne certifica la naturale propensione ad aggredire i mercati esteri; da qui – ha aggiunto Gelsomino – la sfida raccolta da Confindustria Taranto nel voler far crescere le aziende puntando alla internazionalizzazione.

In linea col Presidente Toma, anche da parte di Daniele Del Genio, Presidente di Cna Puglia, è giunta l’esortazione a guardare ai cluster di imprese quale volano per meglio competere sui mercati, ad avere il coraggio di intraprendere scelte pionieristiche e a trovare il modo -ed ecco l’importanza della cooperazione fra imprese – di rimuovere gli ostacoli e reggere al meglio le sfide della concorrenza. Forte plauso da parte del vicesindaco di Taranto, Fabrizio Manzulli, per l’iniziativa di Confindustria Taranto assieme a Tender Lab. “In una città che necessita di un cambio culturale, che registra una forte spinta verso la diversificazione anche produttiva – ha dichiarato il vicesindaco- c’è sicuramente bisogno di eventi formativi come questo”.

Ad introdurre il corso è stato, per i servizi formativi Ice, Stefano Cristaldi, il quale ha sottolineato la valenza del progetto (le lezioni si sono alternate nella sede di Confindustria Taranto e nella sede Formedil) e l’importanza della collaborazione con le istituzioni del territorio per la realizzazione dei corsi. “Fra le tante candidature pervenuteci abbiamo scelto la vostra – ha concluso prima dell’avvio dei lavori– perché riteniamo la Puglia, e Taranto in particolare per l’impegno che ha profuso, territori in grande fermento e propensi al cambiamento, alla diversificazione, alle sfide dell’internazionalizzazione”.

Facebook Comments Box
Per restare aggiornato con le ultime news seguici e metti “Mi piace” sulla nostra pagina Facebook e iscriviti al nostro canale YouTube.  

Per scriverci e segnalarci un evento contattaci! 

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Fabio Tagarelli presidente Taranto25

Taranto 25 nel Comitato Promotore Start Cup Puglia

Nelle prossime settimane una nuova iniziative con 30.000 euro per le start up del territorio …