mercoledì 28 Ottobre, 2020 - 16:05:08

Bavaglio all’informazione, ASL Taranto: Due procedimenti disciplinari in poco tempo a infermiere – giornalista.

“Per me si tratta di un bavaglio”. Nazareno Dinoi dipendente ASL infermiere presso il 118 di Manduria, vive a Manduria e come giornalista ha curato gli articoli di cronaca nera sulla drammatica storia di Sarah Scazzi ad Avetrana. È il direttore de “La Voce di Manduria”, collabora con il Quotidiano di Puglia, ha collaborato per il “Corriere del Mezzogiorno è anche scrittore e autore di diversi libri tra cui “Dentro una vita” e “Sarah Scazzi, il pozzo in contrada Mosca”. Giornalista di cronaca nel tempo libero, finito nelle ultime ore dentro la notizia, per una vicenda che lo vede contrapposto all’ Asl di Taranto.

Ho sempre scritto senza mai avere problemi di alcun tipo – ci ha raccontato a telefono – fino a quando il consigliere regionale Giuseppe Turco, a gennaio, ha presentato un esposto contro di me, secondo cui le due attività di infermiere e giornalista sono incompatibili. Da lì è partito un procedimento disciplinare, a marzo ho avuto la sospensione senza stipendio per un mese. La motivazione addotta dalla Asl è che io non potevo avere la partita iva, necessaria per documentare gli introiti della mia attività giornalistica. Ovviamente ho fatto opposizione e ne discuteremo davanti al Giudice del lavoro a novembre”.

Adesso mi è arrivata un’altra contestazione. In sostanza -spiega – mi dicono che posso fare il giornalista, senza però trattare argomenti che riguardano la Asl, genericamente, senza entrare nello specifico; non mi dicono, per esempio, che non posso scrivere di malasanità. La cosa particolare, però, è che gli articoli oggetto della contestazione riguardano una vicenda di cronaca nota a tutti, l’omicidio di una signora al Pronto Soccorso dell’ospedale di Taranto commesso da uno squilibrato”.

Nel primo pezzo riporto fedelmente degli estratti dai comunicati stampa del Sindaco, dell’Onorevole Vico e del consigliere Borraccino; nel secondo riporto una delibera pubblicata sul sito della Asl, accessibile da chiunque, per cui l’Azienda Sanitaria Locale si costituirà parte civile quando inizierà processo per il delitto della signora. Il 3 ottobre si riunirà la commissione di disciplina e mi aspetto che ci andranno con la mano pesante, parliamo di due contestazioni in breve tempo. Lo stesso contratto prevede l’inasprimento della pena”.

Che tutto sia iniziato con l’esposto di Turco non lo dico io, lo scrive la stessa Asl nelle motivazioni del provvedimento di sospensione. Ora, non mi dicono che io non posso scrivere, cosa che tra l’altro non si può fare perché viola il diritto costituzionale della libertà d’espressione, però così passa il messaggio che non posso scrivere cose scomode a loro, ed è brutto”.

Consigliere Regionale Luigi Morgante: “palese ingiustizia personale e giornalistica“.

Ho letto il post di Nazareno Dinoi che dovrà rispondere alla convocazione della commissione disciplinare il prossimo 3 Ottobre per aver pubblicato articoli di esponenti politici e fatti di cronaca sulla Asl di Taranto. Sono basito ed incredulo perché a questo punto dovrò evitare di far pubblicare miei articoli sulla sanità dove scrive Nazareno Di Noi altrimenti subirà il giudizio di altre commissioni disciplinare. Mi chiedo però che giudizio può esprimere una commissione disciplinare su giudizi espressi da autorevoli rappresentanti Regionali e Nazionali ? Nessuno !!!! Mi auguro che il buon senso riporti questa vicenda kafkiana a chiudere ogni procedura prima della convocazione della commissione disciplinare del 3 Ottobre per non ledere il principio sacrosanto della libertà di stampa. È paradossale che debba proprio io difendere Nazareno Di Noi, dopo, aver avuto vedute di cronaca completamente diverse da lui ma non potevo rimanere silente dinnanzi ad una palese ingiustizia personale e giornalistica.”

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Avetrana, firmato il Patto per la sicurezza urbana

Il Comune partecipa al bando ministeriale per realizzare un impianto di videosorveglianza Prevenzione alle forme …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.