sabato 04 Febbraio, 2023 - 20:09:31

“Capperi in Vigna”, successo annunciato. L’evento-esperienza del 30 giugno scorso, firmato Salento delle Murge

“Capperi in Vigna”, successo annunciato. L’evento-esperienza del 30 giugno scorso, firmato Salento delle Murge

Se dovessimo cercare il modo per dialogare con la natura del nostro territorio, certamente, Emilia Blasi sarebbe la nostra interprete perfetta. Nella azienda agricola della sua famiglia a Grottaglie, Emilia raccoglie i frutti di un continuo rapporto di rispetto e amore con la sua terra. Sotto le luci calde del tramonto estivo l’azienda agricola Blasi, a Grottaglie, ha accolto “Capperi in Vigna”, l’evento-esperienza del 30 giugno scorso, firmato Salento delle Murge, la Rete di imprese che promuove la valorizzazione del territorio, attraverso nuove proposte turistiche e culturali, incentrate sui prodotti di qualità delle aziende del brand.

L’occasione di incontro ha visto i saluti istituzionali di Ciro D’Alò, sindaco di Grottaglie e di Andrea Tripaldi, consigliere CDA del GAL Magna Grecia, che hanno sottolineato l’importanza di questo tipo di iniziative, da loro sostenute, perché veicolo di conoscenza della cultura intrinseca della nostra terra, generosa e abituata a donare ricchezza naturali ed emozionali. A seguire, Carmen Valente, manager di rete del Salento delle Murge, ha descritto la particolarità della Rete come forma giuridica innovativa per gli scopi perseguiti dalle attività promozionali, che hanno sempre più successo tanto da essere prossime ad aggregare altre sei aziende.

“Capperi in Vigna”, successo annunciato. L’evento-esperienza del 30 giugno scorso, firmato Salento delle Murge

I prodotti diventano vetrina del territorio e attrazioni turistiche, fulcro di esperienze da vivere e condividere per raccontare e trasmettere il valore della nostra tradizione. Andrea Marulli, fondatore di GS Consulting, ha più volte riportato l’attenzione sulla necessità di indirizzare la nostra scelta di acquisto verso prodotti provenienti da luoghi a noi vicini, sostenendo l’economia locale, a vantaggio dei piccoli produttori, che si impegnano coraggiosamente a portare avanti progetti sostenibili di straordinario valore culturale e sociale, trasformando fatica e difficoltà in amore e passione. L’iniziativa è stata una vera esperienza di apprezzamento e conoscenza del prodotto “cappero” , dalla raccolta diretta dalla pianta, fino alla procedura di conservazione in vasetti di vetro, procedimento che i presenti hanno realmente seguito nel laboratorio organizzato dopo la entusiasmante passeggiata nell’azienda, in cui si è potuta anche fare conoscenza con un particolare sistema di produzione di humus di lombrico, grazie alla spiegazione di Nicola Carrino dell’azienda Humus dei Trulli.

Lo showcooking con l’utilizzo dei prodotti delle aziende della rete Salento delle Murge sapientemente elaborati dall’estro culinario di Tommaso Schiena, chef executive del ristorante Momo’, ha mostrato la versatilità dell’ingrediente principe della serata: il cappero, utilizzato addirittura appena raccolto in una versione caramellata. La serata, allestita in una location in pieno stile country, è stata allietata da una performance di musica popolare e danze eseguite da Francesco Pastorelli e Floriana Guida, che sono riusciti a coinvolgere anche i numerosi ospiti presenti. Salento delle Murge mette a segno un’altra iniziativa di successo, nel solco della valorizzazione delle tipicità della tradizione mediterranea e dà appuntamento al prossimo evento in programma per il 12 luglio 2022, presso il palazzo marchesale di Fragagnano, in cui si parlerà dell’arte del sottovetro.

Alessandra Basile

 

 

Facebook Comments Box

Notizie su Alessandra Basile

Laurea magistrale in Progettazione e Management di sistemi turistici e culturali e triennale in Scienze dei Beni Culturali per il Turismo, presso l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari, è presidente della Associazione culturale Programma Cultura, di Taranto, che promuove e valorizza il territorio ionico e regionale, con progetti ed organizzazione di eventi per la divulgazione delle eccellenze del nostro patrimonio culturale. Appassionata di arte, teatro e fotografia, è da anni impegnata nella divulgazione scientifica per la tutela del cielo stellato, dichiarato dall'UNESCO patrimonio dell'umanità. Ha al suo attivo importanti esperienze redazionali con testate nazionali e regionali, con cui collabora per raccontare le bellezze artistiche, culturali e paesaggistiche del territorio.

Leggi anche

La letteratura russa raccontata da Pierfranco Bruni tra Ottocento e Novecento. Il tragico e la bellezza come riferimento

La letteratura russa raccontata da Pierfranco Bruni tra Ottocento e Novecento. Il tragico e la bellezza come riferimento

Il tragico e la bellezza o del dialogo fra Bruni e la letteratura della plurinfelice …