martedì 26 Marzo, 2019 - 13:11:29
Home > ARTè... > “Eva non è ancora nata”: standing ovation per Salvatore Cosentino al Cine-Teatro Impero di Maruggio – La video intervista

“Eva non è ancora nata”: standing ovation per Salvatore Cosentino al Cine-Teatro Impero di Maruggio – La video intervista

Giovedì  7 marzo, Cine-Teatro Impero di Maruggio,  standing ovation per Salvatore Cosentino a conclusione fine del suo spettacolo: “Eva non è ancora nata”.

Si tratta di una pièce teatrale di Teatro-Canzone che il Sostituto Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Lecce innamorato di arte, teatro e cultura  che si ispira alla canzone del 1978 di Giorgio Gaber.

La sala è buia, due leggii e un tavolino,  il magistrato ha alle spalle l’immagine proiettata di “Rimprovero di Adamo ed Eva” dipinto del 1633 del pittore Domenichino. Si ride e ci si indigna, ma al tempo vi è la contemplazione del coraggio femminile e del suo genio, del sacrificio e di quell’intuito che, per Cosentino “nella donna è superiore”.

Il tutto nella forma del teatro-canzone, narrando in modo ironico e leggero, ma al contempo intenso e profondo, che la bellezza della donna non è magrezza a tutti i costi, perfezione del fisico, negazione dell’età, bensì comunicazione di luce, coraggio, amore per la vita. Cosentino racconta che la bellezza della donna, in un triste periodo di figure femminili troppo spesso ornamentali e decorative, è l’espansione della sua intelligenza. In un passo dello spettacolo si parla, infatti, di donne che “se proprio devono ballare, al famigerato bunga-bunga, preferiscono il raffinato tango dell’impegno, della qualità, della capacità, dell’ironia’.

Il teatro, quindi, per coniugare il mondo del diritto con la bellezza e l’importanza dell’arte e della cultura nel diffondere il senso di responsabilità, che nell’individuo si sviluppa, oltre che con la adeguata repressione, anche con l’educazione al bello, al gusto, alla cultura, all’arte. La legalità non si realizza solo con i codici (o con le manette) ma anche attraverso il dialogo con la società civile.

L’inconfondibile e delizioso stile, dell’apprezzato magistrato, ha rapito il pubblico del teatro maruggese per oltre un’ora. “Che strano”, scrive Gaber e ripete Cosentino, cantando quella bellissima canzone che dà il nome allo spettacolo, “non capisco un sandalo d’argento e non capisco certe irrequietezze che non mi appartengono e che non amo. Può anche darsi che ci sia qualcosa, forse il sintomo di un mutamento… aspettiamo” E ritorna il monito e la funzione sociale di tutti gli spettacoli di Salvatore Cosentino, questo, più degli altri, dedicato alle donne: l’illegalità si combatte più con l’educazione e la cultura che con codici e manette.

Lo spettacolo è un omaggio alla bellezza della dignità donna, troppo spesso negata e violata o relegata a figura ‘ornamentale o decorativa’, ma che è invece espansione di intelligenza, comunicazione di luce, coraggio, amore per la vita. Un invito quindi rivolto, con ironia e profonda leggerezza, anche e soprattutto agli uomini e alle giovani generazioni, al rispetto di tale bellezza, alla convivenza civile, alla legalità.“

Un pubblico particolarmente attento e numeroso. Una serata da ricordare e di grandissimo successo. Bravissima anche Maria Lanzo, attrice e regista del Gruppo Teatrale La Filodrammatica Maruggese, che ha interpretato la Donna Velata.

Intervista a Salvatore Cosentino “Eva non è ancora nata” servizio realizzato da Emanuel D’Aloja

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Sabato 30 e domenica 31 marzo.“I riti, i ritmi e la geometria sacra: dalle cattedrali ai gioielli arcaici”. A Manduria due incontri con Claudio Lanzi, e poi cena con l’autore

Sabato 30 e domenica 31 marzo a Manduria si svolgeranno due incontri con lo studioso …