sabato 31 Ottobre, 2020 - 6:03:22

Hello Fish, la Camera di Commercio di Taranto promuove l’acquacoltura

La Voce di Maruggio - Hello fishPartiamo da un dato positivo e incoraggiante: nel 2014 le unità produttive della pesca e dell’acquacoltura nella provincia di Taranto sono cresciute del 5%. Si tratta di un settore in cui la Puglia ed il Mezzogiorno d’Italia vantano una marcia in più rispetto ad altre aree del Paese sia in termini di presenze imprenditoriali che di valore aggiunto generato. Un comparto, quindi – sottolinea il Presidente della Camera di commercio di Taranto, Luigi Sportelli, nel presentare il progetto Hello Fish – che va seguito con interesse e sostenuto per allargare i consumi interni e per aumentare le quote di export. In ambito europeo, infatti, l’Italia ricopre ancora un ruolo marginale come fornitore di prodotti ittici con una quota inferiore ad un punto percentuale“.

Ma la questione non va affrontata per i soli aspetti economici. In un mondo sempre più instabile dal punto di vista ambientale, la pesca e la filiera ittica devono recuperare la loro dimensione più vera e raccogliere l’eredità di antichissime tradizioni incentrate sull’equilibrio tra le risorse naturali ed il loro utilizzo da parte dell’uomo. In questo senso – evidenzia Sportelli – anche l’acquacoltura può rappresentare una evoluzione della naturale sensibilità dei pescatori nei confronti dell’ambiente perché coniuga, in maniera moderna, la salvaguardia delle risorse biologiche ed ambientali di una determinata area con uno sviluppo economico sostenibile. L’acquacoltura, oggi, e ancora di più domani, quando – come sostengono gli esperti – il suo peso supererà la pesca di pesci in mare aperto, non deve inquinare, deve produrre alimenti sani, rispettosi dell’ambiente e di qualità. Il pesce ad elevata qualità e tracciabilità, come quello da allevamento, costituisce, inoltre, una sana abitudine alimentare ed è parte integrante di quella dieta mediterranea che è una parte fondamentale della tradizione culinaria italiana e di quel made in Italy conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo“.

Parte da queste premesse la campagna “Hello fish! La cultura dell’acquacoltura”, promossa da Unioncamere e dalla Direzione Generale della Pesca marittima e dell’Acquacoltura (PEMAC IV) del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, condotta nelle Regioni Obiettivo Convergenza (Campania, Sicilia, Puglia, Calabria e Basilicata) dalle Camere di commercio tra cui l’Ente camerale di Taranto. L’iniziativa di promozione ha l’obiettivo, in primo luogo, di informare cittadini e consumatori sull’opportunità di consumare i prodotti dell’acquacoltura e, parallelamente, di migliorare l’immagine dell’intero comparto, facendo attenzione alle diverse problematiche del settore ed in particolare al rapporto pesca/ambiente. Commercio, ristorazione e consumatori, sono coinvolti nel progetto attraverso iniziative di comunicazione, distribuzione di materiale informativo, concorsi, ricette.

La campagna “Hello fish” – conclude Sportelli – è in piena sintonia con le iniziative della Camera di commercio di Taranto di sostegno e promozione delle attività legate al mare, all’agroalimentare, al turismo, all’internazionalizzazione, all’innovazione. C’è un filo rosso che unisce questo percorso ed è la volontà di recuperare l’identità di un territorio come una delle leve fondamentali dello sviluppo economico e del benessere sociale. Come segnalato dal nostro Rapporto Taranto 2015, l’agroalimentare nel suo complesso è uno dei settori che presenta maggiore vitalità nell’ultimo anno e proprio a questo comparto, infatti, sono state rivolte le politiche di valorizzazione, di innovazione, di apertura all’internazionalizzazione, attuate dalla Camera di commercio ionica anche in collaborazione con le organizzazioni di categoria. Sul tema specifico dell’acquacoltura, inoltre, positivo è il contributo della cooperazione. Recentemente la Confcooperative di Taranto si è resa protagonista ed ha presentato proprio in questa Camera di commercio, due innovativi progetti nel campo della mitilicoltura e dell’ostricoltura“.

Hello Fish, ecco chi partecipa

Hello Fish è un progetto realizzato e cofinanziato dal Fondo FEP 2007/2013 Misura 3.4, promosso da Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Direzione Generale della Pesca marittima e dell’Acquacoltura – PEMAC IV) con la collaborazione di Unioncamere e delle Camere di commercio di: Taranto, Agrigento, Avellino, Bari, Brindisi, Caserta, Catania, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Foggia, Matera, Messina, Ragusa, Siracusa, Vibo Valentia.

In particolare gli obiettivi specifici sono:

1. aumentare la conoscenza dei prodotti dell’acquacoltura, le loro caratteristiche e proprietà nutrizionali;

2. rafforzare e migliorare l’immagine del comparto dell’acquacoltura fino a raggiungere un suo corretto posizionamento in equilibrio fra le attività di pesca e la difesa dell’ambiente;

3. valorizzare i prodotti dell’acquacoltura di qualità, ovvero ottenuti usando metodi che presentano un impatto ambientale ridotto;

4. incrementare l’informazione circa le specie ittiche dell’acquacoltura considerate “minori” e promuoverne il consumo.

Il consumatore potrà informarsi assistendo a spot televisivi e cinematografici; annunci radiofonici e sui quotidiani; oppure sul sito www.hellofish.it Ma potrà anche gustare piatti prelibati preparati in casa propria, scegliendo tra l’ampia proposta di ricette di mare, acqua dolce e molluschi pubblicate nella sezione Ricette del sito, oppure presso i ristoranti aderenti all’iniziativa il cui elenco è sempre consultabile sul sito. Per la provincia di Taranto hanno, finora, aderito i ristoranti Il Grillo, La Fattoria, Le Fogge, Conte ristorante, Nautilus, Al Faro, Trattoria Gesù Cristo, le pescherie Perimetro Sud (Iperfamila), Maximarker Srl (Famila), Megagest srl (Dok), Maricoltura del Mar Grande scrl, Pescheria Conte, Pescheria Ricchiuti.

Nell’ambito del progetto Hello Fish è indetto il Concorso Fotografico Gratuito denominato “Hello Click”, che si pone l’obiettivo di promuovere i prodotti dell’Acquacoltura. Sono ammesse al concorso le foto realizzate in uno dei ristoranti aderenti all’iniziativa che avranno come protagonista piatti realizzati con i prodotti dell’Acquacoltura.

Per partecipare al concorso “Hello click” basta collegarsi alla pagina di Facebook “Hello Fish – Acquacoltura” (https://www.facebook.com/acquacoltura) e accedere all’applicazione “Hello click! photo contest”, riempire il formulario, caricare la propria foto aggiungere un piccolo commento ricordandosi di citare il nome del ristorante. Le foto dovranno essere caricate a partire dal 27 luglio alle ore 23.59 fino al 31 agosto 2015, alle ore 23.59.

Al termine del concorso sarà stilata una classifica generale e una classifica per territorio provinciale: l’autore della foto che prenderà più voti nella classifica generale e gli autori che raccoglieranno più voti nelle classifiche provinciali riceveranno un attestato di merito da parte della Camera di commercio di riferimento. Le foto “vincitrici” saranno pubblicate sul sito di progetto e promosse sui social network. Inoltre riceveranno un riconoscimento anche i ristoranti in cui le foto “vincitrici” sono state scattate.

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

La Polizia di Taranto salva un 15enne vittima di bullismo, voleva suicidarsi

I poliziotti della Sala Operativa di Taranto, hanno ricevuto l’accorata telefonata di una giovanissima ragazza, …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.