lunedì 19 Agosto, 2019 - 5:29:51
Home > La Voce > Locali > Maruggio – Restyling dello Statuto Comunale, le proposte di modifica.

Maruggio – Restyling dello Statuto Comunale, le proposte di modifica.

MARUGGIO – Con diritti dell'infanziaavviso pubblico presente sulla pagina ufficiale del sito  Comune di Maruggio, sono  state presentate  le Proposte di modifiche allo Statuto Comunale . Riepiloghiamo le modifiche sostanziali  che saranno oggetto di  discussione nelle prossime sedute di consiglio Comunale.  Da notare la presenza della Convenzione Internazionale  sui Diritti dell’Infanzia, la cittadinanza onoraria, l’accorpamento della carica  presidente del Consiglio Comunale con quella del Sindaco, il Consiglio comunale dei ragazzi, la possibilità di nominare assessori esterni al Consiglio Comunale e conferimento deleghe fuori Giunta.

Art. 1
L’autonomia della Comunità.

… omissis

7. Il Comune di Maruggio, nella consapevolezza che la tutela dei diritti dei bambini e degli adolescenti cosìcome sancito dalla legge 27 maggio 1991 n. 176 con cui è stata ratificata la “Convenzione internazionale sui Diritti dell’Infanzia” è condizione prioritaria per affrontare lo sviluppo dell’intera collettività, informa la sua attività di

programmazione del territorio alla necessità di promuovere tutte le condizioni possibili per l’applicazione dei principi contenuti nella Convenzione. Il Comune di Maruggio, pertanto, assume come parte integrante del presente Statuto il testo della Convenzione internazionale sui Diritti dell’Infanzia, sostiene i programmi culturali dell’Unicef-Italia relativi alla sua applicazione e favorisce tutte le iniziative tese a promuovere la partecipazione dei bambini ed adolescenti alla vita della città e la necessaria sensibilizzazione e collaborazione di tutti i cittadini. A tal fine il comune di Maruggio impronta la propria azione ai seguenti principi ispiratori:

0. adottare ogni misura appropriata di natura amministrativa, finanziaria e d’altro genere per dare attuazione ai diritti riconosciuti nella Convenzione;

1. promuovere nella città una cultura dell’Infanzia come portatrice di futuro e punto di riferimento privilegiato per rimodellare la città e renderla sempre più vivibile per tutti i cittadini;

2. promuovere incontri, iniziative formative, pubblicazioni per la più ampia conoscenza ed attuazione dei diritti dei bambini;

3. sostenere con il concorso di educatori ed operatori, con il relativo supporto di risorse tecniche e finanziarie, iniziative e percorsi che diano la parola ai bambini e adolescenti in quanto soggetti attivi di partecipazione civica e di cambiamento;

4. promuovere la convocazione periodica, come previsto dal programma dell’Unicef-Italia “Sindaci difensori ideali dei bambini”, di una seduta del Consiglio comunale interamente
dedicata alle condizioni dell’infanzia locale e di altri paesi del mondo, coinvolgendo le istituzioni scolastiche e alla
presenza di rappresentanti di associazioni locali;

5. promuovere l’iniziativa del Ministero dell’Ambiente “Città amiche delle bambini e dei bambini”;

6. riconoscere nel giorno 11 dicembre, data di presentazione del rapporto Unicef sull’infanzia del mondo, la “Giornata dei diritti dei bambini e degli adolescenti” e promuovere l’organizzazione di una “Giornata universale dell’Infanzia”;

7. riconoscere al Comitato italiano per l’Unicef il ruolo straordinario svolto a sostegno di una cultura dell’infanzia e della promozione e applicazione della convenzione internazionale sui diritti di bambini ed adolescenti.

NUOVO ART.13  

CITTADINANZA ONORARIA
1) La Cittadinanza Onoraria costituisce un riconoscimento onorifico di carattere eccezionale nei confronti dei cittadini italiani e stranieri che si siano particolarmente distinti per il loro impegno etico, sociale, civile, culturale, artistico o sportivo e che abbiano instaurato rapporti con il Comune di Maruggio e la sua comunità, favorendo la conoscenza del territorio o la cui attività sia ispirata all’affermazioni di valori fondamentali;

2) la Cittadinanza Onoraria viene concessa e revocata secondo le modalità stabilite dall’apposito regolamento comunale per conferimenti di onorificenze.

Art. 16

Associazioni ed organismi di partecipazione

Riconoscimento e rapporti con il Comune

… omissis

2. Il Comune riconosce, inoltre, la complementarità tra democrazia rappresentativa e democrazia partecipativa secondo gli indirizzi dell’Unione Europea (vedi trattatodi Lisbona Artt. 10-11).

Le decisioni sono prese nella maniera più possibile aperta e vicina al cittadino applicando il principio di sussidiarietà. La partecipazione rappresenta un diritto dei cittadini e la sussidiarietà un elemento portante della democrazia partecipativa. il Comune riconosce il valore delle libere forme associative della popolazione e le organizzazioni del volontariato, assicurandone la partecipazione attiva all’esercizio delle proprie funzioni. Considera pertanto suo compito quello di valorizzare il contributo della cittadinanza attiva al governo della comunità locale, garantendo ai cittadini la facoltà di agire perla tutela dei diritti.

Art. 33 

Presidenza del Consiglio comunale Costituzione

1. Il Consiglio comunale è presieduto dal Sindaco-Presidente che esercita le funzioni previste dalla legge per tale carica.

2. In caso di assenza o impedimento temporaneo del Sindaco-Presidente del Consiglio lo sostituisce il Vicesindaco.

Art.50 

Consiglio comunale dei ragazzi

1. Il Comune ha lo scopo di favorire la partecipazione dei ragazzi alla vitacollettiva promuove l’elezione del Consiglio comunale dei ragazzi.
2. Il consiglio comunale dei ragazzi ha il compito di deliberare in via consultiva nelle seguenti materie: politica ambientale, sport, tempo libero, giochi, cultura, spettacolo, pubblica istruzione, assistenza agli anziani, rapporti con l’associazionismo, rapporti con l’Unicef.
3. Le modalità di elezione e il funzionamento del consiglio comunale dei ragazzi sono stabilite con regolamento.

Art. 57 

Nomina della Giunta

1. Il Vicesindaco e gli Assessori sono nominati dal Sindaco fra i Consiglieri comunali e fra i cittadini non facenti parte del Consiglio, in possesso dei requisiti di candidabilità, compatibilità ed eleggibilità alla carica di Consigliere, assicurando condizioni di pari opportunità fra uomini e donne con la presenza di entrambi i sessi nella composizione della Giunta Comunale. I Consiglieri comunali che assumono la carica di Assessori conservano quella di Consiglieri. E’ salva la facoltà di nomina fiduciaria degli assessori.

NUOVO ART.64 

Conferimento deleghe fuori Giunta

Il Sindaco, al fine di meglio organizzare il lavoro amministrativo finalizzato al perseguimento e raggiungimento degli indirizzi e obiettivi di mandato, può conferire ai consiglieri comunali non facenti parte della Giunta deleghe su materie o specifici obiettivi.

 

 

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Caporalato, CIA Due Mari: “Ecco come innescare un circolo virtuoso”

Articolato documento consegnato dall’organizzazione nell’incontro in Prefettura  “No allo sfruttamento e all’ipocrisia: le aziende siano …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.