domenica 18 novembre, 2018 - 17:12:38
Home > La Voce > Locali > Taranto. Stadio E. JACOVONE incontro amichevole di calcio fra i profughi ospiti dello Sprar di Maruggio e diverse Associazioni operanti nel territorio.

Taranto. Stadio E. JACOVONE incontro amichevole di calcio fra i profughi ospiti dello Sprar di Maruggio e diverse Associazioni operanti nel territorio.

SPRAR MARUGGIOTARANTO – Emergenza profughi, anche a Taranto arriva la Senis Hospes, cooperativa presente su tutto il territorio nazionale che gestisce lo SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati).

Mercoledì 23 luglio p.v. dalle ore 19 alle ore 23, gli ospiti dello SPRAR di Maruggio sfideranno, nello Stadio Comunale E. Iacovone, diverse Associazioni operanti nel territorio tarantino.

Negli ultimi mesi l’Italia si è trovata ad affrontare una situazione di emergenza a dir poco senza precedenti. Il nostro Paese è stato messo a dura prova dall’immane sbarco dei profughi e sta dimostrando, giorno dopo giorno, di poter far fronte con successo a questo fenomeno diventato di proporzioni gigantesche. I soccorsi vengono garantiti con impegno e professionalità, limitando notevolmente il numero delle vittime e le iniziative di accoglienza sono numerose e provenienti da tutto il Paese divenuto, ormai, solidale con i naufraghi approdati sulle nostre coste.
Nella nostra Taranto sono sbarcate circa 7000 persone e, parte di questi profughi, sono rimasti. Altri ancora sbarcheranno numerosi. Pertanto, la città è consapevole di dover svolgere pienamente un’azione di sostegno e solidarietà. Successivamente alla fase iniziale di accoglienza dei profughi occorre tuttavia concentrarsi in iniziative di integrazione per coloro che lo richiedono. Fortunatamente, in merito, esistono dei validi progetti denominati SPRAR ( Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati) nati dal sodalizio tra il Ministero dell’Interno, i Comuni e le Cooperative Sociali.
Proprio una di queste Cooperative, la SENIS HOSPES, ormai presente su tutto il territorio nazionale, oltre ad occuparsi della gestione di alcuni CARA (Centri di Accoglienza per Richiedenti Asilo), approda nel territorio tarantino con la gestione degli SPRAR, uno dei quali è già attivo nel Comune  di Maruggio ed un altro sarà, prossimamente, attivato nel Comune di Torricella.
Ulteriore prova della sensibilizzazione della nostra città nei confronti del fenomeno dell’immigrazione è l’organizzazione di una manifestazione sportiva e musicale che si terrà, mercoledì 23 luglio dalle ore 19 alle ore 23, presso lo Stadio Comunale E. Iacovone e che vedrà protagonisti gli stessi ospiti dello SPRAR di Maruggio che sfideranno, in un incontro amichevole,diverse Associazioni operanti nel territorio.

A tal proposito, i rifugiati ospiti del menzionato centro di accoglienza, unitamente all’equipe  di gestione, parteciperanno alla suddetta manifestazione. Degna di nota è l’iniziativa della SENIS HOSPES, nonché del coordinatore Gaetano Cappello il quale ha voluto realizzare le divise destinate ai profughi evidenziando il logo del Centro denominato ZAITUN (Albero d’Ulivo in Arabo), in sostituzione dei classici numeri. La sensibilità e l’attenzione nei confronti di queste persone passa anche attraverso questi piccoli gesti: questi ragazzi, infatti, fin dalla prima accoglienza nel nostro Paese, sono soggetti al riconoscimento solo tramite aridi numeri e codici.
Si ringrazia, infine, a tal proposito, la LEGEA San Giorgio Jonico che ha reso possibile la realizzazione delle divise che i ragazzi dello ZAITUN indosseranno durante questa manifestazione umanitaria.

Comunicato Stampa a cura del Senis Hospes

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Taranto, sicurezza alimentare: Guardia Costiera sequestra 4 quintali di mitili

“Continua incessante l’attività della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Taranto a tutela dei …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.