martedì 07 Aprile, 2020 - 15:49:52

Fortezze e Castelli di Puglia: La Casa dei Cavalieri di Malta di Bitetto

Sono molto scarse le notizie che possediamo in merito alle origini della presunta Casa dei Cavalieri di Malta a Bitetto, al punto che la stessa attribuzione all’Ordine è legata più alla tradizione popolare che non alla realtà storica. A vantaggio di tale ipotesi ci sarebbe l’appartenenza, di recente scoperta, agli Ospitalieri di una masseria nei dintorni del paese, oltre alla presenza di una croce a otto punte scolpita all’ingresso dell’antico Hospitale di San Giacomo, situato a pochi metri dalla struttura.

Sulla facciata della casa – torre si nota un blasone attribuibile a Ottavio de Nicolò che prese parte alla Guerra di Restaurazione Portoghese (1640 – 1668) e per i suoi servigi ebbe la nomina ad Ammiraglio della Regia Marina Spagnola. Nel XVII secolo furono ospitati all’interno dell’edificio alcuni monaci del Seminario di Conza ed i suoi procuratori continuarono ad abitarvi sino al 1753.

La casa – torre si sviluppa su tre livelli e due piani intorno ad un cortile interno, con la facciata principale all’angolo fra le vie Sant’Antonio e Leonese. L’ingresso è sormontato da una cornice a denti di sega. Di notevole interesse sono le finestre, le cui architravi presentano una decorazione a motivi geometrici, mentre all’ultimo piano si notano due splendide bifore. La casa e la corte interna rivelano un impianto a forma di Tau.

Cosimo Enrico Marseglia

Commenta con Facebook

Notizie su Cosimo Enrico Marseglia

Cosimo Enrico Marseglia
Nato a Lecce, città in cui vive. Ha frequentato i corsi regolari dell’Accademia Militare dell’Esercito Italiano in Modena e della Scuola di Applicazione dell’Arma TRAMAT presso la cittadella militare Cecchignola in Roma, ed ha prestato servizio come ufficiale dell’Esercito presso il 3° Battaglione Logistico di Manovra in Milano, il Distretto Militare di Lecce ed il Battaglione Logistico della Brigata Pinerolo in Bari. Dopo otto anni in servizio permanente effettivo, ha lasciato la carriera militare, dedicandosi alla musica jazz ed al teatro. Attualmente collabora con il Dipartimento di Studi Storici dell’Università del Salento, come esperto di Storia Militare, e dal 2009 è ufficiale commissario del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. Scrive per L’Autiere, organo ufficiale dell’ANAI (Associazione Nazionale Autieri d’Italia), Sallentina Tellus (Rivista dell’Ordine del Santo Sepolcro), per L’Idomeneo (Rivista dell’Associazione di Storia Patria) e per altre testate. Ha già pubblicato Les Enfants de la Patrie. La Rivoluzione Francese ed il Primo Impero vissuti sui campi di battaglia (2007), Il Flagello Militare. L’Arte della Guerra in Giovan Battista Martena, artigliere del XVII secolo (2009), Battaglie e fatti d’arme in Puglia. La regione come teatro di scontro dall’antichità all’età contemporanea (2011), Devoto ad Ippocrate. Rodolfo Foscarini ufficiale medico C.R.I. fra ricerca e grande guerra (2015), Marseglia. Storia di una famiglia attraverso i secoli (2016) per la Edit Santoro, e Attacco a Maruggio. 13 giugno 1637. Cronaca di una giornata di pirateria turca nel contesto politico-sociale europeo (2010) per la Apulus, quest’ultimo insieme al Dott. Tonino Filomena

Leggi anche

Taranto: commerciante 47enne tarantino, trovato in possesso di numerose armi clandestine e relativo munizionamento.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Taranto, durante un …