lunedì 18 Novembre, 2019 - 15:25:58
Home > Cultura e Eventi > Eventi > Puglia e Shoah: spettacolo inedito per gli studenti dal 21 al 27 in sette teatri

Puglia e Shoah: spettacolo inedito per gli studenti dal 21 al 27 in sette teatri

SHOAHDa mercoledì 21 a giovedì 29 gennaio, nel 70° anniversario della liberazione dei campi di sterminio, un allestimento teatrale multimediale illustrerà agli studenti di sette comuni pugliesi i temi più sensibili dell’Olocausto. “Shoah. Frammenti di una ballata”, è uno spettacolo itinerante, in prima assoluta, organizzato a cura del Consiglio Regionale della Puglia – Servizio Biblioteca e Comunicazione Istituzionale, dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia e dell’IPSAIC, Istituto per la storia dell’antifascismo e dell’Italia contemporanea.
Riservato (gratuitamente e su prenotazione) alle classi e ai docenti di medie e superiori, e basato su testi tratti dalla letteratura sull’Olocausto, è prodotto da Farm Lecce per la regia di Fabrizio Saccomanno, con le musiche dal vivo suonate da Redi Hasa e il contributo video degli attori Michele Placido, Cosimo Cinieri, Emilio Solfrizzi, Brizio Montinaro e Rino Cassano, che interagiscono tra loro e con l’attore sul palco (lo steso Saccomanno).
L’obiettivo dell’iniziativa è di informare i più giovani e “muovere le coscienze, attraverso la conoscenza e la condivisione di sentimenti ed esperienze”.
Con la collaborazione degli Assessorati alla Cultura dei Comuni interessati, gli spettacoli si svolgeranno alle 10 e alle 12 di:

  • mercoledì 21 gennaio a Bari (Cinema Galleria)
  • giovedì 22 gennaio a Foggia (Teatro Giordano)
  • sabato 24 gennaio a Galatina (Cineteatro Tartano)
  • lunedì 26 gennaio a Francavilla Fontana (Cineteatro Italia)
  • martedì 27 gennaio a Nardò (Teatro Comunale)
  • mercoledì 28 gennaio a Barletta (Cinema Paolillo)
  • giovedì 29 gennaio a Manduria (Teatro Don Bosco).

“Dei sei milioni di ebrei che morirono, un milione e mezzo erano bambini, in gran parte al di sotto dei quindici anni”, scrive Nili Keren nel Dizionario dell’Olocausto. Molti non sopravvissero al viaggio nei carri ferroviari, altri vennero avviati nelle camere a gas già alla prima selezione appena arrivati nei lager, altri, ancora, finirono nei laboratori, trattati come cavie da dottori come Joseph Mengele, che li sottoponevano ad aberranti esperimenti scientifici.
Lo spettacolo inedito racconta quattro storie di bambini e adolescenti di Ucraina, Ungheria, Polonia e Italia. Propone attraverso gli occhi dei bambini la storia che ha portato al potere il nazismo, le leggi antisemite, la vita nei campi di sterminio, i drammi, il sacrificio, il dolore, fino alla liberazione e all’accoglienza dei profughi che ha coinvolto anche alcune località della Puglia. (fel)

Commenta con Facebook

Notizie su Redazione

Redazione
La Voce di Maruggio nasce nel 2010 come supplemento de La Voce di Manduria, dal 17 luglio 2012 diventa testata giornalistica grazie ai propri investitori che credono in questo progetto. Giornale free press La Voce di Maruggio, tratta la cronaca, la politica e cultura e sport principalmente della Città di Maruggio.

Leggi anche

Evento di cultura fotografica “Il ritratto, il suo sguardo “

Concept di Domenico Semeraro – Organizzazione di Programma Cultura   Conosciamo gli esperti al tavolo …

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.